Un-Normal / A Cinema Republic

17
settembre

Una serata di proiezioni in Borgo Dora dedicata a temi e diritti di genere con la presentazione della campagna di crowdfunding di Queer Picture Show

Giovedì 17 settembre 2020 a CasArcobaleno e da Brocante

 

Esiste una “normalità” di corpi, sentimenti, sessualità? O è vero che a ben guardare, da vicino, nessuno è normato, nessuno è perfetto?

Altera ha deciso di dare vita a una serata di cinema itinerante giovedì 17 settembre 2020 che indaga i temi di genere e di “normalità”, che osserva gli stereotipi per riflettere, per approfondire le tematiche inerenti l’identità e il ruolo di genere nella società contemporanea. L’iniziativa è realizzata con il contributo della Circoscrizione7.

In apertura, alle 19.30 a CasArcobaleno (via Bernardino Lanino 3 A, Torino) verrà presentata la campagna di Crowdfunding dedicata alla performance Queer Picture Show (http://www.alteracultura.org/progetti/queer-picture-show/) che debutterà l’8 e 9 dicembre 2020 al Teatro Gobetti nel cartellone del Teatro Stabile Torino / Il cielo su Torino. Queer Picture Show (spettacolo di Irene Dionisio. Regia di Irene Dionisio. Scritto da Irene Dionisio e Francesca Puopolo. Sistema interattivo del CIRMA) è una performance multimediale e interattiva che racconta l’onda del New Queer Cinema in relazione all’emancipazione della rappresentazione stessa della comunità LGBT+. L’attore Giovanni Anzaldo condurrà il pubblico in un percorso onirico che si svilupperà attraverso immagini e flashback, in un crescendo reso ipnotico dalle videoscenografie firmate AuroraMeccanica, ispirate ai film girati dagli autori più riconosciuti del New Queer Cinema. Il pubblico potrà partecipare alla narrazione poiché le sue reazioni saranno automaticamente registrate da un sistema che di conseguenza suggerirà al narratore i contenuti da mostrare per continuare il racconto, unendo così i modi multilineari della narrazione videoludica con la relazione in tempo reale tra scena e pubblico.

A seguire alle 21.00, sempre a CasArcobaleno, la proiezione gratuita di “Diktatorship” (preceduta dal cortometraggio “In her shoes”), un viaggio attraverso l’Italia del machismo e della sopraffazione nei confronti delle donne anche e soprattutto da parte di quanti si ritengono immuni da questo “male”.

La serata prosegue poi alle 23.00 da Brocante (via Borgo Dora 14, Torino) con la proiezione, sempre gratuita, di “Normal”, il documentario di Adele Tulli che ha vinto nel 2019 il Concorso internazionale documentari Real Lovers della 34ma edizione del Lovers Film Festival.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, per accedere a CasArcobaleno è necessaria la prenotazione a questo link: https://forms.gle/6MiqLt2bC6XE8KBX7

IL PROGRAMMA DELLA SERATA (GIOVEDì 17 SETTEMBRE 2020)

19,30 / Presentazione della campagna di Crowdfunding di QUEER PICTURE SHOW @CasArcobaleno

Interviene il team di Queer Picture Show 

21,00 / Proiezione di In her shoes + Diktatorship – Fallo e basta! @CasArcobaleno

In her shoes –  Regia di Maria Iovine. Cortometraggio, documentario. Italia 2019. Durata 19 minuti

In un mondo ribaltato in cui le donne ricoprono ruoli di potere e gli uomini si occupano della famiglia, Domenico si racconta alla figlia a partire da un tenero ricordo. In una lettera rivive la gioia della sua nascita, la sua infanzia, i sogni di una famiglia felice, ma anche le rinunce dolorose di padre e marito che hanno soffocato le sue reali aspirazioni e desideri.

Attraverso immagini d’archivio, In Her Shoes riscrive la Storia: gli uomini uniti in un movimento di liberazione. Le immagini del nostro passato non raccontano più chi siamo, ma qui ci lanciano una sfida. Cosa avrebbero fatto gli uomini se si fossero trovati nella posizione delle donne? Si sarebbero uniti per far sentire le loro voci? E le donne sarebbero state a guardare o avrebbero preso coscienza del loro privilegio? 

Diktatorship – Fallo e basta! – Regia di Gustav Hofer, Luca Ragazzi. Documentario. Italia 2019. Durata 85 minuti.

Gustav e Luca vivono insieme da molto tempo, ma un giorno, a colazione, una battuta di Luca instilla in Gustav il timore che il compagno sia (insospettabilmente) maschilista. I due iniziano allora, tra il serio e il faceto, un cammino di analisi sociale – attraverso interviste a psicologi, sociologi, politici, scrittori e persone comuni – diretto a farci capire quanto la società italiana induca i singoli maschi, ancorché (apparentemente) di ampie vedute, a essere inconsapevolmente discriminatori nei confronti delle donne.

23,00 / Proiezione di Normal @Brocante

Normal  – Regia di Adele Tulli. Documentario. Italia, Svezia 2019. Durata 70 minuti.

Quali sono i rituali, i desideri, i comportamenti legati al genere e alla sessualità? I gesti e i ruoli che spesso senza accorgercene condizionano le nostre identità?

Normal è un viaggio tra le dinamiche di genere nell’Italia di oggi, raccontate attraverso un mosaico di scene di vita quotidiana dal forte impatto visivo, dall’infanzia all’età adulta. Un caleidoscopio di situazioni di volta in volta curiose, tenere, grottesche, misteriose, legate dal racconto di quella che siamo soliti chiamare normalità, mostrata però da angoli e visuali spiazzanti.

Con uno sguardo insieme intimo ed estraniante, il film esplora la messa in scena collettiva dell’universo maschile e femminile, proponendo una riflessione – lucida, e provvista di ironia – sull’impatto che ha sulle nostre vite la costruzione sociale dei generi.

Per cercare un nuovo significato a quella che ogni giorno e spesso senza troppo pensiero (e cuore) definiamo normalità.

Informazioni:

info@alteracultura.org / 011 7650051